Latest Post

On The State of Fashion: The Kanye West Style Effect on Julia Fox, Amber Rose, and Kim Kardashian (Plus All His Looks from Couture Fashion Week) UNDER $100 FAVORITES


Tra tutti i capi di abbigliamento, il pigiama è quello preferito dai bambini, perché è comodo e li lascia liberi nella loro naturale voglia di movimento. Se potessero, lo indosserebbero anche per uscire fuori a giocare con gli amichetti!

Proprio per questi motivi, le aziende che si occupano di abbigliamento per bambini dedicano ad esso grande attenzione, realizzando modelli comodi, belli e originali. In questo articolo scoprirete quali tipologie di pigiami per bambini esistono e come sceglierli.

Cosa è un pigiama

Nato in Persia, il “Pae Jama”(da qui trasformato poi in pigiama) era un semplice pantalone che copriva le gambe. Nel tempo, è stato utilizzato come indumento usato per la notte, al quale si è abbinata una maglia.

Ai giorni nostri, il pigiama viene spesso usato anche per stare comodamente in casa, soprattutto dai bambini. Proprio per tale motivo, le aziende di abbigliamento per bambini propongono sempre nuovi modelli, tra i quali troverete sempre quello più adatto ai vostri piccoli. Ma quali tipologie di pigiama bambino esistono?

I pigiami per bambini

Sul mercato potete trovare diverse tipologie di pigiami per bambini, come ad esempio il classico due pezzi oppure quello che sta spopolando da qualche anno, ovvero a tuta intera. Vediamoli entrambi nel dettaglio. 

Il pigiama bambino a due pezzi

I due pezzi che formano il pigiama per bambini sono una maglia, una t-shirt o una canotta, abbinati a un pantalone o a degli shorts.

Rispetto a quello intero, è sicuramente molto più semplice da indossare e da levare, per i piccoli.

Il pigiama a due pezzi deve essere scelto della misura giusta perché se troppo stretto e piccolo, può lasciare la schiena e le caviglie scoperte, se invece è troppo largo, i bambini possono rischiare che il pantalone scivoli troppo mentre si muovono, dormendo.

In commercio ne trovate di tutti i tipi: a tinta unita, coloratissimi o con le stampe dei personaggi preferiti dei cartoni animati dei vostri bambini.

Il pigiama intero per bambini

È quello più utilizzato per i bambini più piccoli, fino ai tre anni di età, perché li copre completamente senza che rischino che la schiena e piedini rimangano scoperti durante la notte.

Tuttavia, negli ultimi tempi il pigiama intero è diventato una vera e propria moda, tanto che oggi trovate in commercio modelli per bambini più grandicelli e anche per adulti.

Li trovate sotto forma di simpatici animali, come gli orsacchiotti o i gettonatissimi unicorni, e sono quelli che i bambini usano maggiormente nelle fredde giornate invernali anche per stare dentro casa.

Come sceglierli

Che siano estivi o invernali, i pigiami vanno scelti tenendo conto soprattutto dei tessuti e della loro qualità.

Il cotone è sempre la fibra da preferire, perché è molto traspirante e non trattiene il sudore dei bambini sulla loro pelle, con il rischio di farli raffreddare.

In inverno, meglio preferire il caldo cotone, il misto lana e la flanella, anche questi molto traspiranti.

Visto che il pigiama bambino è un indumento che si usa così frequentemente e quindi si lava spesso, vi conviene farne una buona scorta.

Il consiglio è quello di prenderli in confezione multi pack o aspettare gli sconti stagionali per fare una buona scorta, avendo la possibilità di risparmiare!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *